Il Centro Fandango nasce nel 1989 come primo Centro diurno della Regione, specificamente dedicato agli adolescenti con disabilità.

Oggi come allora, il Centro si pone come un luogo dove i ragazzi possono incontrare coetanei disabili e altre persone giovani o adulte, per coltivare insieme interessi che si scoprono comuni, attraverso i quali elaborare una propria identità personale, al di fuori del contesto familiare e favorire la crescita e l’emancipazione possibile, sviluppando la capacità di creare relazioni e rapporti con le persone ed il territorio.

Il Centro inoltre intende assicurare un sostegno alle famiglie e offrire una proposta ai giovani con disabilità, in affiancamento alla scuola media superiore e al termine del percorso scolastico.

Il servizio è autorizzato al funzionamento ai sensi della D.RER n.564/2000 ed accreditato dalla Regione Emilia Romagna ai sensi della Delibera RER n.514/2009, e si rivolge ad adolescenti e giovani con disabilità del territorio di Bologna e della zona Est della città. 

Il servizio è situato nel quartiere Savena in un contesto abitativo e commerciale, dispone di un piccolo spazio verde accessibile; si sviluppa su un unico piano e dispone di ingresso spazioso, sala polivalente, una ampia sala da pranzo, una cucina–laboratorio, una sala per attività, uno spazio per il relax, due servizi igienici confortevoli ed attrezzati, un ufficio con annessi servizi igienici per il personale.

Il Centro propone progetti educativi individualizzati con l’obiettivo di assicurare il benessere e di offrire uno spazio di socializzazione che permetta lo scambio affettivo e relazionale e promuova l’espressione dell’individualità, valorizzando così il cambiamento insito nel processo di crescita. 

Sono possibili inserimenti a tempo pieno e/o part-time, in modalità complementare anche all’orario scolastico, con progetti in collaborazione con le Istituzioni scolastiche e/o propedeutici a percorsi formativi e socio-occupazionali.

Professionalità: AIAS si avvale di personale professionale specializzato come previsto dalla normativa vigente: Operatori Socio Sanitari, Educatori Professionali, Istruttori di Laboratorio, Coordinatore. È assicurata inoltre la supervisione tecnica psico–pedagogica.

Inoltre il Centro può accogliere Studenti di istituti Superiori locali e nazionali ed Università degli Studi di Bologna, Padova e Urbino per tirocini formativi e stages pratici. Il Centro può accogliere fino a 16 adolescenti/giovani con deficit psicofisico.

Orari di apertura: dal Lunedì al Venerdì dalle 8,30 alle 15,30 il Centro osserva una chiusura estiva di 3 o 4 settimane.

Attività interne: cura del benessere della persona e attività socio-riabilitative quali laboratori di attività manuali e creative, riciclo di materiali vari per la produzione di oggettistica ed installazioni artistiche, laboratorio multimediale, laboratorio musicale, attività sensoriali, attività culturali.

Attività esterne: attività motoria in acqua e teatrodanza, attività equestre, visite ad eventi culturali del territorio, cinema, teatro, gite, cene, piccole commissioni ed acquisti.

Le attività possono essere supportate anche dalla presenza di volontari opportunamente selezionati e formati

via F. Cavazzoni 2/G – 40139 Bologna
Telefono 051 6232568
fandango@aiasbo.it