In occasione della giornata del 3 Dicembre – Giornata a favore dei Diritti delle Persone con Disabilità, il Magnifico Teatrino Errante con il sostegno di AIAS Bologna propongono, alle classi delle scuole materne ed elementari, un Piccolo Spettacolo Teatrale di Figura dal titolo “Nuvole, A Tratti”. A seguire, una breve laboratorio manuale per la riflessione sul tema della diversità.

Anteprima dello spettacolo il 2 Dicembre alle 18 presso “La stalla delle Meraviglie”, Via Garavaglia 5, San Donato – Bologna.
Durante la settimana dal 3 al 7 dicembre lo spettacolo più un laboratorio creativo verrà presentato ad alcune classi delle scuole di Bologna e ai ragazzi dei centri di AIAS Bologna.

Sinossi dello spettacolo

“Ce n’erano tanti / di uomini aitanti / con sguardi grandi e spalle importanti. / Ce n’erano pochi / di uomini fiochi / ma con occhi traboccanti di calmi e curiosi fuochi”.

“Nuvole, A Tratti” è una piccola Produzione di Teatro di Figura che nasce da una forte esigenza: parlare di temi quali l’inclusione e la diversità come fonti di possibilità altre ma soprattutto come componenti di cui ognuno si fa portatore nell’incontro con l’Altro.

Narrazione, Teatro d’Oggetti e un Kamishibai come Piccolo Teatrino focus della scena, Nuvole, a tratti vuole promuovere la riflessione sulla grande potenzialità che ha la convivenza con l’alterità e l’arricchimento che ne scaturisce, attraverso la manipolazione di materiali riciclati e piccoli oggetti.

Posti di fronte ad un ostacolo, i personaggi della storia cercheranno una soluzione mettendo in risalto come da un’apparente “mancanza” possano emergere possibilità nuove e altrettanto efficaci, punti di forza che messi in relazione con gli altri, diventano potenza e potenzialità incredibili.

Laboratorio Creativo

Il laboratorio creativo ” E tu che personaggio sei? ” riprende e ripropone le tecniche utilizzate per la costruzione dei protagonisti e delle scenografie dello spettacolo (collage, ritaglio e sovrapposizione di materiali di riciclo) e invita i bambini a costruire il proprio personaggio, dotato di abilità speciali che lo rendono unico nella propria apparente diversità. Si solleciterà perciò la realizzazione di tanti e diversi personaggi lasciando ogni partecipante libero di esplorare e manipolare i materiali seguendo le suggestioni nate dalla visione dello spettacolo.

Il laboratorio sarà condotto dalle attrici e mediato dalla messa a disposizione di materiali specifici individuati precedentemente, così da facilitare le operazioni di costruzione e trasferire ad ogni partecipante una tecnica unica favorendo un risultato e efficace e riconoscibile rispetto alla consegna.

Obiettivi dell’iniziativa

  • Presentare la diversità come valore aggiunto ma anche come componente intrinseca di ogni persona
  • Superare il concetto di Uguaglianza per promuovere il concetto di Diversità come valore intrinseco ad ogni essere umano
  • Trasmettere la consapevolezza di sé e dell’Altro
  • Stimolare il senso di appartenenza e comunitario
  • Valorizzare la componente socio-educativa, relazionale, emotiva/affettiva della Visione e dell’Ascolto nella pratica teatrale
  • Promuovere la Bellezza attraverso la mediazione delle Arti, come qualità indispensabile di ogni poetica della trasmissione

Pagina Facebook dell’evento

Per informazioni: Valentina Fiordelmondo
vfiordelmondo@aiasbo.it – 051 454727

Articoli correlati